TOP

Cervaro della Sala 2019

45.00

Il Cervaro della Sala, “vino-simbolo” della Tenuta che vanta importanti riconoscimenti e soprattutto molti affezionati estimatori, è prodotto da uve Chardonnay e Grechetto; la fermentazione e l’affinamento (di cinque mesi) avvengono in barriques, inseguito, il vino riposa in bottiglia per circa 10 mesi nelle cantine medioevali del castello.

2 disponibili

Descrizione

Tipologia: Vino Bianco
Classificazione:: I.G.T.
Azienda: Antinori
Anno: 2019
Regione: Umbria
Vitigno: 90% Chardonnay, 10% Grechetto
Formato: 750 ml
Categoria: Vino Bianco
Metodo di produzione: La vendemmia delle uve del Cervaro richiede particolare cura: per evitare spiacevoli processi ossidativi o estrazione di tannini indesiderati, la raccolta viene svolta nelle primissime ore del mattino in modo da far giungere in cantina frutti integri e non stressati dalle alte temperature del giorno. L’attenzione per le uve continua anche in cantina, grazie alla particolare struttura della stessa, concepita per sfruttare il principio di gravità e quindi evitare interventi meccanici sulle uve e sui mosti che per caduta, dopo una macerazione pellicolare a 10 °C per circa quattro ore, vengono immessi in serbatoi di decantazione dove illimpidiscono prima di essere trasferiti in barriques. E’ qui che avviene la fermentazione alcolica seguita da quella malolattica; è proprio quest’ultima che detta legge e stabilisce la permanenza del vino in barriques. Solitamente in cinque mesi tutti i lotti di Chardonnay sono pronti per essere trasferiti nei serbatoi e assemblati con il Grechetto, che invece viene vinificato separatamente. Dopo l’imbottigliamento, il Cervaro della Sala viene ad affinare in bottiglia per almeno 12 mesi presso le storiche cantine del Castello della Sala.
Grado alcolico: 13%
Abbinamenti: Spaghetti alla bottarga
Temperatura di servizio: 6-8°C
Il commento del Sommelier: Grazie all’annata fresca il Cervaro della Sala 2013 è caratterizzato da una spiccata verticalità e sapidità pur conservando il suo stile mediterraneo. Regala all’olfatto sensazioni di camomilla, miele e di pietra focaia. Al palato risulta salino con le note vanigliate e leggermente burrose che si fondono elegantemente ai sentori di frutta esotica e agrumi.
Valutazione: Enoteca Corsi: 96/100